Seguici su Facebook Twitter LinkedIn YouTube

  • Italiano
  • English

Mercoledì 19 MARZO 2014 GIANANDREA NOSEDA

Alcuni cinema variano il giorno di programmazione. Verifica la data nella sezione CERCA LA TUA SALA

 

La Filarmonica della Scala al cinema in alta definizione!

Un repertorio tutto italiano per il terzo appuntamento con MusicEmotion, affidato alla bacchetta del Maestro Noseda e al violoncello di Enrico Dindo.

19
Mar
2014

EVENTO UNICO
Mercoledì 19 Marzo 2014 

PROGRAMMA:

Direttore Gianandrea Noseda

Pianoforte Enrico Dindo

Ottorino Respighi, Antiche danze ed arie per liuto, Seconda suite
Alfredo Casella, Concerto per violoncello I Sinfonia n°2

Durata: 2h ca.

Regia: Pietro Tagliaferri

Presenta: Francesco Micheli

 

Scarica il programma di sala

 

Fin dai primi anni di attività la Filarmonica della Scala ha sistematicamente promosso il repertorio sinfonico italiano. Questo concerto include la prima esecuzione alla Scala della monumentale Seconda sinfonia di Casella: una pagina che documenta la ricchezza il cosmopolitismo della scena musicale italiana del 900. Respighi presentò una Prima Suite di Antiche danze e arie trascritte da originali per liuto nel 1917. L’esecuzione all’Augusteo di Roma, riscosse un caloroso successo che, indusse il compositore a licenziare, nel 1923, una Seconda Suite per orchestra, che fu ascoltata per la prima volta a Cincinnati nel 1924 e comprende quattro brani risalenti ai secoli XVI e XVII. Nel 1930 la multiforme e frenetica attività musicale di Alfredo Casella lo porta a fondare il Trio Italiano insieme al violinista Alberto Poltronieri e al violoncellista Arturo Bonucci, per cui scrive il Triplo Concerto. Per Bonucci scrive invece nel 1935 il Concerto op.58, una delle pagine concertanti più riuscite del Novecento italiano, in cui l’impostazione puramente neoclassica dei lavori precedenti si accende di tensioni moderniste debitrici in particolare a Hindemith. Testimonianza delle molteplici influenze che si intrecciano nell’opera del giovane Casella è la trascinante Seconda Sinfonia, un lavoro monumentale e appassionato che costituisce forse il più importante riflesso dell’opera di Gustav Mahler sulla musica italiana e accoglie echi di danza e ritmi militari in una costruzione di sicuro esito emotivo e spettacolare.

 

Clicca per vedere l’intera programmazione della stagione

Photogallery: 
Videogallery: